Censura da Amazon libri. Del Coronavirus vietato scrivere.

Censura da Amazon libri. Del Coronavirus vietato scrivere. Amazon chiude l’account del saggista Antonio Giangrande, colpevole di aver rendicontato sul Coronavirus in 10 parti. La chiusura dell’account comporta la cancellazione di oltre 200 opere riguardante ogni tema ed ogni territorio d’Italia. Opere pubblicate in E-book ed in cartaceo. La pretestuosa motivazione della chiusura dell’account: “Non abbiamo ricevuto nessuna prova del … Continua a leggere

Quelli che…o tutti o nessuno e poi vogliono la secessione!

Quelli che…o tutti o nessuno e poi vogliono la secessione! Lo sproloquio del saggista e sociologo storico Antonio Giangrande. Da far riflettere… 2 e 3 giugno: Si festeggiano il giorno della Repubblica ed il giorno della libera circolazione tra regioni. Il tutto sotto diktat della Padania. I Padani hanno voluto l’Unità d’Italia per depauperare l’Italia meridionale. I Padani comunisti hanno … Continua a leggere

A proposito di Conoravirus.

A proposito di Conoravirus. Il parere del sociologo storico e scrittore, dr Antonio Giangrande. Sul Coronavirus ho scritto “Coglionavirus”, un saggio in più parti di centinaia di pagine con fonti autorevoli ed attendibili. Il saggio scritto a futura memoria e inteso a dimostrare come l’incapacità ed inaffidabilità del passato possa affrontare un problema nel presente, e l’incompetenza, poi, ritrovarcela nel … Continua a leggere

Il Diritto di Citazione e la Censura dei giornalisti.

Il Diritto di Citazione e la Censura dei giornalisti. Il Commento di Antonio Giangrande. Nel libro di Antonio Giangrande “L’Italia dei Misteri” di centinaia di pagine, veniva riportato, con citazione dell’autore e senza manipolazione e commenti, l’articolo del giornalista Francesco Amicone, collaboratore de “Il Giornale”. Articolo di un paio di pagine che parlava del Mostro di Firenze ed inserito in … Continua a leggere

Antonio Cosimo Stano. Manduria tra gogna mediatica ed ignominia.

Antonio Cosimo Stano. Manduria tra gogna mediatica ed ignominia. I Manduriani ed i loro giornalisti provano sulla loro pelle cosa sia la gogna della vergogna. Il commento dello scrittore Antonio Giangrande, che tra le altre cose ha scritto il libro “Sarah Scazzi. Il delitto di Avetrana”. Devo dire che a meno di 9 anni di distanza le frasi “omertà del … Continua a leggere

Italia. Educazione civica e disservizi.

Italia. Educazione civica e disservizi. Sosta selvaggia e raccolta differenziata dei rifiuti. Lo scrittore e sociologo storico Antonio Giangrande, nel suo ultimo libro (L’Italia allo Specchio. Il DNA degli italiani. Anno 2019. Prima parte. In vendita su Amazon in formato Book o ebook) parla dei parcheggi e della raccolta e smaltimento dei rifiuti. Italia. Sosta selvaggia ed incompetenza. I turisti, … Continua a leggere

Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti.

Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!! Incubo carcere preventivo: quattro milioni di innocenti. In 50 anni troppe vittime hanno subìto l’abuso della detenzione. C’è del marcio nei palazzi di giustizia. Si ostinano a chiamarli “errori giudiziari”, ma sono la prova … Continua a leggere

INVITO ALL’APPROFONDIMENTO: LA RAI, YOUTUBE E LA CENSURA.

INVITO ALL’APPROFONDIMENTO: LA RAI, YOUTUBE E LA CENSURA. Può la Rai, servizio pubblico di un’azienda di Stato, finanziata con il canone e le tasse dei cittadini, vantare diritti esclusivi di diritto d’autore su fatti di cronaca ed impedire la divulgazione di notizie di interesse pubblico e violare le norme internazionali del fair use o del fair dealing ai sensi delle … Continua a leggere

Buon Primo maggio. La festa dei nullafacenti.

Buon Primo maggio. La festa dei nullafacenti. Editoriale del Dr Antonio Giangrande. Scrittore, sociologo storico, giurista, blogger, youtuber, presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie ONLUS, che sul tema ha scritto alcuni saggi di approfondimento come “Uguaglianziopoli. L’Italia delle disuguaglianze” e “Caporalato. Ipocrisia e speculazione”. Il primo maggio è la festa di quel che resta dei lavoratori e da un po’ … Continua a leggere